Scrigroup - Documente si articole

Username / Parola inexistente      

Home Documente Upload Resurse Alte limbi doc  

 
CATEGORII DOCUMENTE



BulgaraCeha slovacaCroataEnglezaEstonaFinlandezaFranceza
GermanaItalianaLetonaLituanianaMaghiaraOlandezaPoloneza
SarbaSlovenaSpaniolaSuedezaTurcaUcraineana

BiografiaBiologiaBotanicaChimicaComputerComunicazioneCostruzioneDiritto
EducazioneElettronicaFisicaGeografiaGiochiGrammaticaIngegneriaLetteratura
LibriMarketingMatematicaMedicinaMusicaNutrizionePsicologiaRicette
SociologiaStoriaTutorialVarie

La rondine nella letteratura

letteratura

+ Font mai mare | - Font mai mic


DOCUMENTE SIMILARE

Trimite pe Messenger
Distanze
Storie da un Inverno futuro
ARTE NOVECENTO
Buia Venezia
Sirene nel lerciume
Il bambino del tramonto
Colei dagli occhi bianchi
Mia bimba affamata
Il sogno dei vecchi battelli
Biglietto di San Valentino (quasi una strumentale)

TERMENI importanti pentru acest document

la


Da “morte di una rondine “ di Giuseppe Marotta.

…………..è un tardo pomeriggio, le rondini a quest’ora volano basse e frenetiche come una sassata nera. Sono talmente fitte e rapide, possibile che non si urtino mai? È un prodigio di scienza aerea questo loro precipitoso grandinare; in una frazione di attimo, l’ultimo capello di tempo, esse correggono la traiettoria e sfrecciano via, illese e felici…………..

nembi di rondini investono a tratti il palazzo……….

Da una lettera di Giovanni Pascoli alla sorella Maria.

………..ricordi quei balestrucci che saettavano intorno per l’aria rapidi e sonori?…………..negli anni passati c’erano anche le rondini con il pettino rugginoso e la lunga coda biforcuta, con il canto più soave e parlato………..sono arrivati proprio oggi i rondoni, in gruppi di quattro o cinque, in corse disperate come pazzi………fanno il nido nei buchi lasciati dalle travi……………

Da una lettera di Giovanni Pascoli alla sorella Maria.

………le rondini hanno insegnato all’uomo l’amore per la famiglia e per il nido. La prima capanna che l’uomo costruì era di terra seccata al sole; glielo insegnò una coppia di rondini a costruirla. Ciò fu al tempo dei nomadi; le rondini viaggiatrici insegnarono all’uomo a fermarsi e gli dettero il modello della casa, solo che l’uomo la capovolse……….

Dalla poesia “X agosto” di G. Pascoli

………ritornava una rondine al tetto:

l’uccisero, cadde tra spini;

ella aveva nel becco un insetto,

la cena dei suoi rondinini………

………ora è là, come in croce, che tende

quel verme a quel cielo lontano;

il suo nido è nell’ombra;

che attende, che pigola sempre

più piano……..

Dalla poesia “La pieve” di G. Pascoli

Giorno d’arrivi il tuo, S. Benedetto:

ecco una prima rondine che svola.

E trova i pioppi nella valle sola,

la grande pieve, il nido piccoletto.

……e di saluti suonano le gronde………

e la  rondine stridula risponde

aleando con lievi ombre………

Dalla poesia “La rondine ” di G. Pascoli

…….ed ecco che nell’aia

vide due rondini aleare snelle;

volar le vide sotto la grondaia,

e poi sparire; e ritornar più tante,

tornare in quattro in otto, in dodici, a paia………

parlavan alto, tutte ad una voce………..

Dalla poesia “Il ritardo” di G. Pascoli

……..Ah! non è questo un temporale estivo…….

Se n’è partita la tribù, da tanto !

E fuori vedo due ombre, due voli,

due balestrucci nella sera mesta, soli.

………c’è sotto le gronde

un nido, in fila con quei nidi muti,

un nido che geme e che nasconde

sei rondini non ancor pennuti……..

Dalla poesia “Alba” di G. Pascoli

………..odoravano i fiori di vitalba

per via, le ginestre nel greto;

aleavano, prima dell’alba,

le rondini nell’oliveto……….

Dalla poesia “Pasqua” di G. Rodari

La prima rondine

venne ier sera

a dirmi: “è prossima la  primavera!”

accarezzandola  le ho detto:

“ sì, è tempo, rondine,

vola sul tetto !”

Ma perché agli uomini

ritorni in viso ,

come nei teneri prati, il sorriso,

un’altra rondine

deve tornare

dal lungo esilio

di là dal mare:

la pace, o rondine

che voli a sera!

Essa è per gli uomini la primavera.!

leggende:

“perché la rondine ha il petto bianco”

Tanto tempo fa , lendini erano completamente nere.

Una rondine , vedendo gli uccelli di tutti i colori, le farfalle e i fiori , si sentiva triste e chiese al Signore se anche lei poteva avere un altro colore; ma il Signore le rispose che si doveva accontentare del colore che aveva. La rondine tutta arrabbiata , scappò e arrivò in un paese, il paese  della neve; sfinita si accoccolò su un albero e sentì moltissimo freddo. Allora fece la pace con il Signore e gli chiese aiuto; Lui la salvò, facendola volare nel paese del sole: lì scoprì che aveva il petto bianco.

Da quel giorno la rondine migra, ha il petto bianco e garrisce per dimostrare la sua felicità

 “La rondine e gli uccelli”

Un giorno degli uccelli stavano mangiando in un campo, mentre un uomo seminava il lino . una rondine disse agli uccelli che , se avessero lasciato nascere il lino, l’uomo  ci avrebbe fabbricato lacci e reti per catturarli. Gli uccelli si misero a ridere di lei. Il lino germogliò e lei disse che dovevano sbarbare le maledette piante ma tutti si misero di nuovo a ridere . la rondine allora chiese il permesso all’uomo di poter fare il nido sotto le sue grondaie; l’uomo accettò.

Lei pensò: “Io starò qui al sicuro , mentre gli altri uccelli verranno catturati!”

Infatti da allora le rondini fanno il nido sotto le grondaie delle case  e l’uomo non è un pericolo per loro.

DISTRIBUIE DOCUMENTUL

Comentarii


Vizualizari: 650
Importanta: rank

Comenteaza documentul:

Te rugam sa te autentifici sau sa iti faci cont pentru a putea comenta

Creaza cont nou

Distribuie URL

Adauga cod HTML in site

Termeni si conditii de utilizare | Contact
© SCRIGROUP 2014. All rights reserved